Un viaggio cominciato negli anni 60 che ha reso questo distretto così appetibile per le multinazionali

“Io non ho mai avuto la paura che queste aziende si delocalizzassero – dice Veronesi – in quanto addestrare 800 persone per produrre una macchina per dialisi ogni 20 minuti non  è uno scherzo, ci vogliono anni per preparare queste persone e le multinazionali guardano sia la produzione che la qualità, in tanti anni non abbiamo mai avuto reclami da parte dei clienti sui nostri prodotti”