Bologna – La situazione del distretto biomedicale modenese dopo il sisma del maggio 2012 anche alla luce di una rilevazione effettuata su un campione di aziende dal portale tematico www.distrettobiomedicale.it .
Il punto della situazione è stato condiviso martedì 21 aprile alle ore 11 presso la sede della Regione a Bologna dall’assessore alle Attività produttive e ricostruzione post sisma Palma Costi, dal responsabile del portale www.distrettobiomedicale.it ed editore della rivista ‘La Plastica della vita’ Alberto Nicolini e dal fondatore del Distretto biomedicale mirandolese Dott. Mario Veronesi

I questionari sono stati inviati il 25.3.2015 e sono state considerate le risposte pervenute fino alle ore 14.00 del 15.4.2015

Hanno risposto al sondaggio l’84,5% delle aziende biomedicali mirandolesi

Le percentuali di risposta per ogni categoria sono:

85% Grandi Aziende

87% PMI

86% Fornitori specializzati

86% Subfornitori specializzati

Per ogni domanda il risultato generale di tutte le aziende intervistate è:

1)       I danni subiti a seguito del sisma dalla sua azienda come li definirebbe?

34,55% Gravissimi

32,73% Mediamente gravi

16,36% Modesti

16,36% Lievi

2)      I danni subiti sono risarcibili?

27,27% Interamente

52,73% Parzialmente

20,00% Non risarcibili

3)      Il risarcimento è già stato richiesto?

60% Si da tempo

12,73% Si recentemente

9,09% Non ancora

18,18% Non intendiamo richiederlo

 4)      Qual è lo stato dell’istruttoria di risarcimento?

16,36% Ultimata con fondi già liquidati

25,45% Ultimata in attesa di liquidazione dei fondi

32,74% In corso

25,45% Non iniziata

I risultati specifici per ogni categoria saranno pubblicati nel prossimo articolo