Luca Coletto, Assessore alla Sanità e alla Programmazione Socio-Sanitaria della Regione Veneto, ci ha illustrato il suo punto di vista su Innovabiomed. Inoltre, ha approfondito la situazione del suo assessorato in riferimento ai progetti innovativi che vengono realizzati nella Regione Veneto.

Cosa ne pensa di Innovabiomed e della scelta di realizzare questo ambizioso progetto in una città così strategica e innovativa come Verona?
“Veronafiere è la sede ideale per la sua storia e per i successi ottenuti in tanti anni dove lanciare un progetto che non è solo ambizioso, ma può diventare un faro nelle iniziative nazionali e internazionali di settore. Il 23 e 24 gennaio prossimi sono due date da segnare nel calendario, perché si avvia un cammino che, mi auguro, ci porterà lontano. Il Veneto crede profondamente nell’innovazione tecnologica in sanità, con i fatti, come dimostrano i già significativi investimenti in macchinari e tecnologie di nuova generazione, e con le strategie, convinti come siamo che l’innovazione tecnologica in sanità abbia permesso, permetta e permetterà di rispondere in maniera sempre più efficace ai bisogni sanitari della popolazione. Diagnosi sempre più approfondite e precoci, cure sempre più mirate e sempre meno invasive sono il nostro credo e lo strumento per tradurre la strategia in realtà sono proprio le nuove tecnologie, l’innovazione, l’informatizzazione. In questo senso, Innovabiomed è un alleato prezioso”.

L’articolo completo sarà pubblicato su Innovabiomed Magazine, l’house organ ufficiale dell’evento, in diffusione il 23 e il 24 gennaio a Veronafiere.