Il settore biomedicale richiede standard igienico-qualitativi elevati ai quali le aziende che operano nel settore delle pulizie industriali è fondamentale si attengano.

Partendo da alcune regole generali, Cooplar ha pubblicato un opuscolo che contiene alcuni consigli utili a guidare nella scelta di una impresa di pulizie industriali.

Il manuale è nato con lo scopo di orientare il cliente all’interno di un mercato caratterizzato da un’offerta sempre più ampia e competitiva, da molta “improvvisazione” e dove spesso si usa il termine “professionale” a sproposito.

Nella valutazione di una impresa di pulizie industriali Cooplar suggerisce di considerare alcuni aspetti ed affidarsi ad aziende che:

-          godono della reputazione data dall’esperienza e possiedono certificazioni ed attestati di qualità

-          propongono personale di fiducia regolarmente inquadrato ed assicurato,

-          offrono un valido rapporto “qualità/prezzo” senza svendere il servizio (prezzi stracciati possono significare l’impiego di prodotti di scarsa qualità ed inefficaci, attrezzatura non idonea e personale non qualificato)

-          redigono preventivi soltanto dopo aver compiuto un accurato sopralluogo,

-          si attengono in modo scrupoloso alle disposizioni in materia di sicurezza e valutazione del rischio.

A questi Cooplar aggiunge un elenco di 9 preziosi criteri – accomunati dal fatto che iniziano tutti con la lettera P – e che possono guidare nella valutazione in maniera più accurata.

Se si desidera approfondire l’opuscolo è consultabile ed eventualmente scaricabile all’indirizzo: https://www.cooplar.com/images/pdf/scegliere-impresa-pulizie-cooplar.pdf