Neppure terremoto, alluvione e crisi economica mondiale sono riuscite a fermare la straordinaria società fondata nel 1991

Nata nel cuore del distretto del biomedicale di Medolla, Eurosets è oggi azienda leader mondiale nella produzione di dispositivi medici per l’autotrasfusione, la Cardiochirurgia e l’ortopedia. Una storia straordinaria iniziata nel 1991 e che oggi, nonostante il terremoto del 2012 e l’alluvione del 2014, vanta grandi numeri: 120 le persone impiegate, oltre 30 i brevetti depositati e un fatturato di 23 milioni di euro.

All’inizio dell’attività, Eurosets produceva in particolare drenaggi post-operatori per Ortopedia e Chirurgia. Nel 2007 l’azienda ha introdotto il primo ossigenatore per la circolazione extracorporea, che è diventato il suo nuovo core business. Un’innovazione in grado di rivoluzionare il mondo del biomedicale.

Negli ultimi dieci anni Eurosets, pur conservando un’importantissima quota di mercato in Italia, è riuscita anche a conquistare tanti altri Paesi. Il secondo mercato è oggi la Russia, seguita da Polonia, Bulgaria e Romania.

Qualità, passione e innovazione tecnologica sono i segreti di una realtà capace di rialzarsi anche quando la sfortuna, se così si può chiamare, si è accanita. Come nel 2012, quando il terremoto ha danneggiato seriamente il sito produttivo di Medolla, in provincia di Modena. O come nel 2014, quando un alluvione ha colpito la sede provvisoria di Bastiglia.

Eurosets, pur tra mille difficoltà, è riuscita comunque a rimettersi subito in piedi e a proseguire il suo lavoro senza mai rinunciare a innovare. E per il 2015 le previsioni di crescita sono impressionanti: +18%.

Fonte: TGCom24