Rete Politecnica, approvati 14 percorsi biennali degli Istituti Tecnici Superiori per l’anno formativo 2015-2016, la formazione post diploma non universitaria che risponde ai fabbisogni di innovazione e specializzazione dei settori produttivi strategici dell’economia dell’Emilia-Romagna

La giunta regionale ha approvato l’offerta formativa 2015-2016 della rete regionale di scuole di alta tecnologia. Sono 14 i percorsi biennali che le 7 Fondazioni ITS (Istituti Tecnici Superiori) avvieranno nel prossimo anno formativo. Una formazione post diploma non universitaria che risponde ai fabbisogni di innovazione e specializzazione dei settori produttivi strategici dell’economia dell’Emilia-Romagna, progettata e realizzata congiuntamente dalle  imprese, università, enti di ricerca, istituti scolastici, enti di formazione professionali ed enti locali che costituiscono le Fondazioni e che permetterà ad oltre 300 persone di conseguire il diploma di tecnico superiore.

I percorsi biennali per il 2015-2016 - I 14 percorsi, approvati dalla Giunta con delibera n. 563/2015, vedono confermate alcune specializzazioni già attivate anche nei bienni precedenti e l’introduzione di alcune importanti novità. Ai 4 percorsi realizzati a Bologna, Modena e Reggio Emilia dall’Its meccanica, meccatronica, motoristica, packaging (Tecnico superiore del veicolo con specializzazione in motori endotermici, ibridi ed elettrici; Tecnico superiore per l’automazione e il packaging; Tecnico superiore in sistemi meccatronici e Tecnico superiore dei materiali per la progettazione e produzione meccanica) si aggiunge un nuovo percorso, con sede a Fornovo (PR), per “Tecnico superiore per la progettazione di prodotti innovativi con impiego di materiali compositi avanzati e tecnologie di additive manufacturing” che si avvarrà della collaborazione di un’ impresa come Dallara – recentemente entrata nella Fondazione – una delle più importanti realtà specializzate nella progettazione, produzione e sviluppo di vetture da competizione con sede sulle colline parmensi  e un centro per la ricerca e lo sviluppo a Indianapolis.

L’organizzazione e la fruizione dell’informazione e della conoscenza e le nuove tecnologie per l’informazione e la comunicazione sono al centro dei due percorsi realizzati dall’Its Industrie culturali e creative. Infomobilità e infrastrutture logistiche è la specializzazione che contraddistingue l’Its di Piacenza, e le produzioni e le trasformazioni agrarie, agroalimentari e agro-industriali quello di Parma.

Una novità, rispetto alla programmazione precedente, è il percorso per diventare “Tecnico superiore per la gestione e la verifica degli impianti energetici” che sarà realizzato a Ravenna dall’Its territorio, energia, costruire, che realizza anche il percorso per “Tecnico superiore per l’innovazione e la qualità delle abitazioni e del patrimonio edilizio anche mediante il rilevamento e il monitoraggio del sistema edificio-territorio” a Ferrara. Un’offerta, rispetto al passato, maggiormente focalizzata sull’efficienza energetica.

A Mirandola, a conferma delle politiche e dell’impegno per i territori colpiti dal sisma, per il secondo anno prenderà il via il percorso per “Tecnico specializzato nella produzione di apparecchi e dispositivi biomedicali”. Due le specializzazioni realizzate dall’Its turismo e benessere: un percorso per tecnico superiore nella gestione delle strutture turistico-ricettive con sede a Rimini e uno per formare nuove professionalità specializzate nella promozione e nel marketing delle filiere e delle attività culturali che si terrà a Bologna. I corsi saranno avviati entro il 30 ottobre 2015, le iscrizioni per accedere alle selezioni saranno aperte dal 1 luglio 2015 al 10 ottobre 2015.

Fonte: ModenaToday