Sarà il convegno The Health Care (R)evolution a inaugurare la seconda edizione di Innovabiomed, il network place per l’innovazione biomedica in programma al Centro Congressi di Veronafiere il 26 e 27 ottobre 2020. Il convegno si svolgerà dalle ore 9,30 alle ore 12,30 all’Auditorium Verdi.

Qui di seguito il programma.

Inno nazionale

Saluti istituzionali– “Il nuovo e sostenibile: una sfida per il futuro”, lettura introduttiva a cura di Massimiliano Boggetti, Presidente di Confindustria Dispositivi Medici

CONVEGNO INAUGURALE

The Health Care (R)evolutionInnovabiomed 2018-2020, dove eravamo rimasti, dove stiamo andando e cosa ci ha insegnato l’emergenza Covid-19. Nanotecnologie, teranostica e oncologia di precisione; decellularizzazione e medicina rigenerativa; cuore umano, meccanico e biologico; nuovi percorsi dei sistemi sanitari, investimenti a sostegno dell’innovazione.

 

L’emergenza Coronavirus ha messo in evidenza criticità e punti di forza dei sistemi sanitari ponendoci ora davanti a una serie di interrogativi importanti. Come superare la logica dell’emergenza guardando alle sfide del medio e lungo periodo? Come fare tesoro di quanto accaduto e come sostenere l’innovazione? E, nel frattempo, in che direzione sta andando la ricerca in campo medico-scientifico? In un contesto sempre più dominato da soluzioni hi-tech, si stanno ormai affermando le potenzialità delle nanotecnologie pronte ad assumere un ruolo di primo piano nella cura della persona. In particolare, la teranostica, ovvero l’integrazione tra nuovi metodi diagnostici e le tecniche terapeutiche, sta prendendo forma in parallelo allo sviluppo della medicina rigenerativa. Mentre le missioni nello spazio rappresentano un ottimo terreno per inedite sperimentazioni in ambito biomedico, dalla scienza dei materiali alla stampa in 3D, qui sulla Terra iniziano ad affermarsi le tecniche di decellularizzazione, utili ad esempio per trapiantare organi anche in assenza di un donatore. Percorsi che conducono anche a traguardi fino a pochi anni fa inimmaginabili, come il cuore bionico, e che richiedono investimenti strategici e finanziamenti per tradurre le scoperte in soluzioni tecnologiche, avanzando un passo dopo l’altro sulle basi solide della scienza.

Presenta e modera Carlo A. Adami, chirurgo vascolare, ideatore di Innovabiomed e Presidente del Comitato Scientifico di Innovabiomed.

Intervengono

Carlo Calenda, Membro della Commissione per l’Industria, la Ricerca e l’Energia del Parlamento Europeo

Giuseppe De Donno, Direttore di Struttura Complessa Pneumologia e Utir ASST Mantova – Ospedale Carlo Poma

Mauro Ferrari, Presidente e Ceo DXT Inc. e Professore di Scienze Farmaceutiche dell’Università di Washington

Gino Gerosa, Professore Ordinario di Cardiochirurgia della Facoltà di Medicina dell’Università di Padova, Direttore del Centro di Cardiochirurgia e del Programma Trapianto di cuore e Assistenza Meccanica dell’Azienda Ospedaliera-Università di Padova e Presidente della Società Italiana di Chirurgia Cardiaca, componente del Comitato Scientifico di Innovabiomed

Tommaso Ghidini, Responsabile della divisione Strutture, Meccanismi e Materiali dell’ESA, l’Agenzia Spaziale Europea

Walter Ricciardi, Professore Ordinario di Igiene Università Cattolica del Sacro Cuore, Direttore Scientifico Istituti Clinici Scientifici Maugeri, Presidente del Mission Board for Cancer della Commissione Europea, Presidente della World Federation of Public Health Associations, Coordinatore del Comitato Scientifico della Fondazione Human Technopole, Consigliere del Ministro della Salute

Giampaolo Tortora, Professore Ordinario di Oncologia Medica della Facoltà di Medicina dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma e Direttore del Cancer Center e della Oncologia Medica della Fondazione Policlinico Universitario Gemelli IRCCS, componente del Comitato Scientifico di Innovabiomed.