Si svolgerà l’8 Novembre nella sala Alesino dell’Ospedale di Foligno

Da quando la legge 38/2010 ha riconosciuto il dolore come malattia, ponendosi l’obiettivo di tutelare le persone che soffrono, molto si è fatto per cercare di migliorare questa patologia.

Nonostante questo, una parte consistente della popolazine continua a non ricevere cure antalgiche come dimostrano i dati a disposizione. Il dolore nel paziente neuropatico e in dialisi è sottovalutato e sottotrattato con terapie adeguate. Da una parte si registra una sorta di “riluttanza” da parte del paziente a riferire il dolore che lo colpisce, dall’altra viene lamentata una scarsa attenzione e/o considerazione da parte del personale sanitario dovuta a lacune nella preparazione ed alla ripetitività e cronicità della cura al malato cronico.

ANED, in collaborazione con tutte le U.O. Nefrologiche della Regione Umbria, ha raccolto dati sul dolore direttamente dai pazienti in emodialisi mediante un questinario a cui hanno risposto circa 400 pazienti.

Questi dati saranno discussi a Foligno, Sabato 8 Novembre nella sala Alesino dell’Ospedale Folignate, in un convegno promosso dall’ANED regionale dal titolo:”Il dolore in dialisi nel ricordo di Piero Fabbri”(un emodializzato scomparso che ha operato negli anni all’interno dell’ANED facednosi testimone nella sua veste di giornalista). Nel convegno di Foligno si cercherà di fornire indicazioni terapeutiche da applicare nella pratica clinica, il ruolo dei farmaci, della fisioterapia, dell’esercizi fisico.

Relatori al convegno saranno Sandro Venanzi della Nefrologia di Foligno; Nirvana Verzini, segretaria regionale dell’ANED; Nella Properzi (Compagna di Piero Fabbri); Maurizio Gallieri, della nefrologia di Milano; Maria Paparella, della Nefrologia di Milano; Valentina Martina, della Nefrologia di Gallarate. Sarà presente la presidente nazionale dell’ANED Valentina Paris.

Fonte: quotidianodellumbria.it