Eurosets, azienda di Medolla (MO) specializzata nella progettazione, produzione e commercializzazione di dispositivi biomedicali, ha accolto oggi la visita di Stefano Bonaccini, Presidente della regione Emilia-Romagna, e di Palma Costi, Assessore alle attività produttive, piano energetico, economia verde e ricostruzione post-sisma. Questa visita sottolinea il valore dell’azienda all’interno del distretto produttivo del modenese, che riscontra una rilevanza anche oltre i confini regionali, ponendosi tra le principali realtà del settore anche a livello internazionale.

Eurosets, che sorge nel cuore del distretto biomedicale di Medolla, è emblema della rinascita del territorio dopo il terremoto dell’Emilia del 2012 e l’alluvione del 2014. Dopo la ricostruzione, l’azienda continua a guardare oggi al futuro del settore biomedicale, puntando ad essere sempre più una realtà green: la produzione è infatti supportata da energia prodotta dai pannelli solari e da un innovativo impianto di cogenerazione che ha reso l’azienda autonoma all’80% per quanto riguarda il consumo di energia elettrica.

Ricordando i momenti difficili attraversati da tutto il territorio dopo il terribile terremoto del 2012 e sottolineando la grande forza delle imprese e delle persone di questa zona, il presidente Bonaccini ha dichiarato“Il distretto biomedicale di Modena è uno dei primi al mondo, qui si produceva il 2% dell’intero PIL italiano prima della scossa di terremoto del 22 maggio 2012. Questo terremoto avrebbe potuto spazzare via l’intero sistema produttivo, si sono contati 14 miliardi e mezzo di danni. Ma grazie al sostegno della Regione, all’impegno, alla qualità e al valore di aziende come Eurosets oggi si contano 22 mila posti in più rispetto a quanti se ne contavano prima del terremoto: da cinque anni siamo la regione che cresce di più in Italia, la disoccupazione è scesa dal 9% al 5%. È stata più che raddoppiata l’occupazione, sono stati realizzati nuovi stabilimenti più moderni, sicuri ed efficienti grazie al lavoro, alla fatica, alle idee e alla capacità di aziende proprio come Eurosets, capaci di saper stare sul mercato, innovare e investire in ricerca. Lasciamo alle nuove generazioni un sistema produttivo competitivo. Qui negli stabilimenti sono nati nuovi strumenti straordinari che proiettano l’Italia ai vertici del mondo e salvano vite umane. Sentitevi orgogliosi di questo”.

La visita del Presidente Bonaccini e dell’Assessore Costi è stata inoltre l’occasione per presentare alle autorità Ecmolife, un innovativo dispositivo portatile “salvavita”, il primo prodotto da un’azienda italiana, in grado di sostituire temporaneamente la funzione del cuore e dei polmoni nelle persone in cui il sistema cardio-respiratorio risulti gravemente compromesso e refrattario alle terapie farmacologiche o addirittura in caso di arresto cardiaco.

Ecmolife sarà oggetto di sperimentazione sul campodurante la stagione invernale 2019/2020, a cura della Federazione Italiana Sicurezza Piste Sci sezione Emilia-Romagna, della Centrale Operativa 118 Emilia Est, del Soccorso Alpino e dei Carabinieri Sciatori, con simulazioni sulle piste del consorzio del Cimone.

“Investire nella ricerca ci ha permesso di raggiungere importanti risultati – commenta Antonio Petralia, Vice Presidente e Amministratore Delegato di Eurosets –. Ecmolife è uno dei nostri grandi traguardi ottenuti nel settore biomedicale, ma soprattutto consiste in una grande opportunità di cure per i pazienti”.