Una nuova filiera ideata dall’assessorato alla Salute della Regione, la seconda più colpita dal Covid-19. Che mette insieme pubblico e aziende private, il distretto della moda di Carpi e il Tecnopolo Biomedicale di Mirandola. «Entro il 20 aprile contiamo di coprire metà del fabbisogno del personale sanitario» [...]

leggi l’articolo completo:

L’Espresso