Come è nata Fifth Ingenium e di che cosa si occupa?

“E’ nata formalmente cinque anni fa, ma la storia è iniziata un po’ prima, nel 2012, con uno dei miei attuali soci. Ci siamo incontrati ad un contest di Microsoft e da lì è partito tutto. La società è composta prevalentemente da ingegneri che conoscono molto bene la tecnologia e noi cerchiamo di portare tecnologie sempre più avanzate”.

Quanti siete in azienda?
“L’azienda sta crescendo, alla fine di quest’anno saremo 15 persone. Siamo una realtà “a prevalenza tecnologica”, tutti i nostri collaboratori hanno un master o laurea in settori tecnici, dall’informatica all’elettronica”.

Importanza dell’innovazione nel vostro settore e quali sono gli ultimi prodotti presentati?
“L’innovazione è parte portante della società. Abbiamo la fortuna di avere partner internazionali che ci permettono di avere una visione di quello che accadrà da qui a quattro o cinque anni e da questo cerchiamo di portare tecnologie nei vari ambiti. Quattro anni fa, ad esempio, abbiamo lanciato uno scanner facciale ed è stato venduto in tutta Europa. Lo scorso anno abbiamo ideato un prodotto per aiutare i medici nella visualizzazione delle informazioni 3D e per la comunicazione tra medici, a distanza, e con il paziente”.

Leggi il resto dell’intervista su innovabiomed.it