“Ben venga una legge che regolamenti i rapporti tra l’industria e gli operatori sanitari, come si prefigge di fare il Sunshine Act. È proprio per questo motivo che il nuovo codice etico di Assobiomedica anticipa e amplia molti dei temi contenuti in questa norma. Condanniamo fermamente tutte le forme di corruzione e di distorsione di etica e correttezza e con il nuovo codice etico vogliamo svolgere un ruolo proattivo nel contrastarli per poter lavorare in modo trasparente per lo sviluppo tecnologico in medicina nell’interesse del paziente”. Questo il commento del Presidente di Assobiomedica, Massimiliano Boggetti, alle recenti dichiarazioni del Ministro della Salute, Giulia Grillo, sul tema della corruzione e del Sunshine Act.

Leggi l’articolo originale su www.quotidianosanita,it