Dal 4 al 6 aprile 2014 al Palazzo dei Congressi di Roma si è svolta FarmacistaPiù, la nuova manifestazione della Fondazione Francesco Cannavò dedicata al professionista, patrocinata da FOFI, Federazione Ordini Farmacisti Italiani.

L’evento ha ospitato una tre giorni di convegni e dibattiti sulla situazione attuale e sulle prospettive della professione attraverso il coinvolgimento dei farmacisti che lavorano nelle farmacie di comunità, nell’ospedale e nel SSN, nell’industria e negli altri settori di attività professionale, insieme a tutti gli attori del sistema, dalle istituzioni, alla politica, alle altre professioni sanitarie.

Rimos ha partecipato alla prima edizione romana di FarmacistaPiù presentando le Linee Holoil e Hypermix.

Holoil, medicazione avanzata multifunzionale autonoma, favorisce il risanamento delle lesioni tessutali esterne di qualsiasi natura. È di origine vegetale, in quanto è una miscela degli oli estratti da due piante, l’Albero del Neem e l’Iperico, le cui proprietà benefiche sono storicamente note.

Il prodotto viene definito multifunzionale perché favorisce la guarigione di lesioni cutanee legate a tanti e diversi tipi di affezioni e patologie, ed è utilizzabile in ogni grado, stadio o fase di guarigione di una ferita. Inoltre, Holoil è autonomo, perché ha tante e tali proprietà da non aver bisogno di nessun’altra medicazione primaria durante il trattamento, consentendo di ridurre i costi e i tempi della guarigione, e semplificando notevolmente la cura del paziente.

Hypermix, medicazione avanzata sempre di origine vegetale, è un coadiuvante nella terapia cicatrizzante in ambito veterinario. Il prodotto è utilizzabile sulle lesioni esterne di qualsiasi natura e aiuta la cura di infezioni senza l’utilizzo di disinfettanti, medicazioni detergenti antimicrobiche o antibiotici locali. È un coadiuvante antisettico capace di ridurre drasticamente la carica e la colonizzazione batterica.

Il prodotto, inoltre, contrasta la formazione di escara e cheloide e l’effetto di repulsione agli insetti permette di aiutare la guarigione delle ferite anche in periodi caldi o in condizioni igienico-sanitarie precarie.