A poco più di un mese dalla prima edizione di Innovabiomed – il network place for medical industry – anche Nicola Sartor Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Verona, ha espresso il suo punto di vista sulla manifestazione: “Innovabiomed si distingue per mettere a stretto contatto i principali attori dell’innovazione: coloro che svolgono ricerca di base e coloro che producono e offrono strumenti e servizi di utilizzo diffuso. Da chi svolge attività di ricerca possono emergere spunti per innovazioni di prodotto e di processo. Da chi eroga servizi o offre strumenti possono venir rappresentate esigenze e opportunità utili per orientare l’attività di ricerca futura”.

Inoltre, in riferimento alle sfide del futuro, ha precisato che “rispetto al passato, sono maggiormente richieste competenze multidisciplinari. Come nel passato, è di fondamentale importanza la capacità critica e la predisposizione ad affrontare nuove situazioni e nuove esigenze anche attraverso un bagaglio scientifico e culturale adeguato. Infine, è di grande importanza la capacità di interagire nel contesto internazionale, al fine di essere in grado di cogliere in anticipo tendenze e innovazioni”.