Mercoledì 15 marzo prendono il via gli eventi collegati alla mostra interattiva “Oltre l’Uomo: da Leonardo alle Biotecnologie“, allestita presso gli spazi Shed del Lanificio Conte di Schio e promossa dal Distretto della Scienza e Tecnologia con Pleiadi, il Comune di Schio e Confindustria Vicenza Raggruppamento Alto Vicentino. Le conferenze dedicate ai temi e alle riflessioni innescate dalla mostra “Oltre l’Uomo” avranno carattere divulgativo e non tecnico con l’obiettivo di coinvolgere un pubblico eterogeneo, accomunato dal piacere della conoscenza e dell’approfondimento sui grandi temi dell’innovazione.

Nel giro di due mesi saranno ben 27 i relatori che si avvicenderanno in terra scledense portando in dote un palinsesto ricco e variegato: biomedicina, robotica, industria 4.0, genetica, alimentazione, benessere, biotecnologie e nanotecnologie sono solo alcuni degli argomenti che saranno affrontati da imprenditori, scienziati, manager, ricercatori, chef di fama internazionale.
La rassegna avrà luogo presso la sala conferenze che si trova nel cuore di uno degli edifici di maggior valore archeologico industriale a Schio: il Lanificio Conte con accesso da Piazza Alvise Conte.
Con questi eventi il Distretto, nato da imprenditori per valorizzare l’eccellenza industriale e tecnologica che da secoli caratterizza il territorio di Schio e l’altovicentino in generale, intende presentare al grande pubblico argomenti affascinanti ed esempi concreti di imprenditoria innovativa e stimolante, favorendo il networking e la nascita di nuove idee.
Si inizierà mercoledì 15 marzo, alle ore 21.00 con l’incontro “Industria 4.0: cos’è e come saperla affrontare” durante il quale, dopo il saluto del sindaco di Schio Valter Orsi, si cercherà di far luce in maniera concreta su uno dei temi più attuali e discussi che coinvolgono il mondo dell’imprenditoria. L’industria 4.0, figlia della quarta rivoluzione industriale, quella digitale, porterà alla produzione del tutto automatizzata e interconnessa. I relatori indagheranno su quali sono i rischi, le opportunità e i benefici, su come cambierà il mercato del lavoro e come si svilupperà lo smart manufacturing. Ad introdurre l’argomento sarà Gianni Potti, presidente CNCT – Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici. Interverranno poi due imprenditori: Maurizio Costabeber, fondatore e direttore generale di DWS Srl, azienda con sede a Thiene in grado di portare la stampa 3D ai più alti livelli di precisione, che spiegherà come l’industria 4.0 possa liberare la creatività in ogni settore; Nerio Dalla Vecchia, artigiano titolare della Tecno Elettra Snc, approfondirà invece il concetto di “internet of things”. Maria Raffaella Caprioglio, presidente di Umana Spa, approfondirà i temi legati alle ripercussioni sull’occupazione dei nuovi modelli di impresa.
Mercoledì 22 marzo, alle 21.00, sarà la volta di “Dal DNA alle nanotecnologie: la farmacia del futuro”. Un viaggio che inizia dall’affascinante mondo del DNA e approda alla farmaco-genomica passando per le nanotecnologie, ovvero i più alti stadi di personalizzazione della medicina farmaceutica. Massimo Delledonne docente di genetica all’Università di Verona e direttore scientifico di Personal Genomics Srl, Antonio Salviato direttore commerciale della scledense Sella Farmaceutici e Federico Benetti direttore laboratorio Ecsin – EcamRicert Srl discuteranno di DNA, di nanoteconologie e di come può cambiare la nostra vita oggi che la scansione del patrimonio genetico è paragonabile a un esame complesso di laboratorio. Quali benefici ma anche quali controversie etiche possono originare da queste straordinarie innovazioni?
2 Mercoledì 29 marzo, alle 21.00 toccherà a Marco Alessandro Pierotti, direttore scientifico dell’Istituto di ricerca pediatrica Città della Speranza, realtà veneta che promuovere l’attività di ricerca nel campo delle patologie pediatriche, in particolare nei campi dell’oncologia, della genetica, delle malattie metaboliche e della medicina rigenerativa. Pierotti intratterrà il pubblico con un format che ha già riscontrato notevole successo in altre città: “Uomini, topi e molecole: il cancro dal male oscuro alla medicina personalizzata”. La serata si sviluppa sul percorso che ha portato la malattia cancro da “male oscuro”, connotato da sempre in modo negativo e scarsamente compreso, a una malattia nota e affrontabile grazie alle nuove frontiere della medicina personalizzata.
“La biomedicina: ingegno, innovazione e investimento” saranno al centro dell’evento di mercoledì 5 aprile, ore 21.00. In momenti non facili per i mercati, gli investimenti in biotech sembrano rappresentare un’opportunità felice: si tratta di una bolla o il mercato è ancora destinato a crescere? Dopo il saluto di Margherita Morpurgo, delegato del rettore dell’Università di Padova per il trasferimento tecnologico nelle scienze della vita, l’evoluzione e il futuro del settore biomedicale, le start up, i prototipi e le nanotecnologie verranno affrontati da un gruppo eclettico di relatori. Interverranno Marzio Gussago direttore vendite di Pictet Asset Management Distribution, Andrea Camporese presidente dell’Istituto di ricerca pediatrica Città della Speranza, Alex Pontini amministratore delegato del centro medico Novamedh srl, Nicola Vicentini dottorando dell’Università di Padova, Stefano Dell’Orto presidente DBMedica, Gianantonio Pozzato delegato di Telea Electronic Engineering srl, Bruno Emanuele titolare di clinica dentale a Padova, Andrea Guttilla dirigente medico di Urologia dell’ULSS 6 Euganea dell’ospedale di Camposampiero.
Domenica 9 aprile alle 17.00 sarà la volta di “L’ingegno nel cibo: dalla fame all’abbondanza”, un interessante incontro organizzato in collaborazione con l’Ascom mandamentale di Schio, che ci permetterà di capire meglio come l’ultimo secolo di storia abbia rivoluzionato ciò che mettiamo nel piatto. Il passaggio dal “pan e latte” ai corn flakes lo racconterà Danilo Gasparini, docente di Storia dell’Agricoltura e Storia dell’Alimentazione all’Università di Padova, coadiuvato dalla scienziata dell’alimentazione Stefania Basso. Un racconto entusiasmante che parte dagli ultimi anni dell’Ottocento e arriva ai giorni nostri: mentre le campagne venete erano squassate dalla pellagra, la scienza intercettava l’universo alimentare e attraverso rivoluzioni tecnologiche ed economiche liberava l’Europa dallo spettro della fame, e nasceva anche la moderna scienza dell’alimentazione. Interverrà Armido Marana, vice presidente di Assobioplastiche, e sarà presente anche un ospite d’eccezione: lo chef stellato Corrado Fasolato di Spinechile Resort.
Mercoledì 12 aprile, alle 21.00 si parlerà de “La nuova medicina del lavoro”. Dopo l’introduzione di Cesare Costantin, specialista sul tema, si sveleranno i segreti della medicina del lavoro che guarda al futuro con una particolare attenzione verso l’attualità e l’innovazione nella prevenzione degli infortuni. Interverranno Devid Ridolfi responsabile sviluppo di Prevor Italia Srl e Jozef Verbelen coordinatore infermieristico del Centro ustioni dell’Ospedale Universitario di Gent in Belgio.
La rassegna terminerà mercoledì 19 aprile, alle 21.00 con “Il Distretto Biomedicale Mirandolese si racconta”. Grazie all’intraprendenza di alcuni imprenditori visionari e coraggiosi, nella zona nord della provincia di Modena si è creato nel dopoguerra uno dei più importanti distretti biomedicali mondiali, che conta oltre 100 aziende specializzate in prodotti plastici monouso ed elettromedicali. Oltre cinquant’anni di storia, di lungimiranza e di capacità di innovare che nemmeno il terremoto del 2012 è riuscito a piegare, saranno raccontati dalla viva voce di Alessandro Rossi responsabile Innovazione e Ricerca di Confindustria Modena, Alberto Bortoli amministratore delegato di Fresenius Hemocare Italia Srl e Giuliana Gavioli la vice presidente di Confindustria Modena e Tecnopolo.
Modererà gli eventi Luca Fabrello, giornalista e portavoce del Distretto della Scienza e Tecnologia.
Tutte le conferenze sono ad ingresso libero e gratuito, fino ad esaurimento posti. Si consiglia comunque di effettuare la registrazione attraverso i collegamenti ai singoli eventi presenti sul sito www.distrettoscienza.it e sulla sezione eventi della pagina Facebook della mostra “Oltre l’Uomo”.