Gli ultimi risultati ottenuti sull’ampio gruppo di pazienti impiantati con valvole sutureless Perceval hanno evidenziato una lunga durata della protesi, un’eccellente emodinamica e un basso tasso di complicanze

Sorin Group, (MIL:SRN) (Codice Reuters: SORN.MI), multinazionale leader nel trattamento delle malattie cardiovascolari, ha annunciato oggi a Milano i risultati degli studi clinici Perceval CAVALIER e della Pooled European Multicentric Experience, nell’ambito del 28° Meeting annuale dell’Associazione Europea per la Chirurgia Cardio-Toracica (EACTS).

Lo studio multicentrico europeo CAVALIER ha come obiettivo la valutazione della sicurezza e l’efficacia della valvola Perceval in un’ampia popolazione di pazienti candidati a sostituzione della valvola aortica (AVR), con o senza bypass coronarico concomitante: sono stati inclusi 658 pazienti , in 25 centri europei selezionati. I risultati a 30 giorni presentati oggi all’EACTS dal Professor François Laborde (Institut Mutualiste Montsouris, Parigi, Francia) hanno dimostrato l’affidabilità di Perceval, grazie a un’eccellente emodinamica, a un basso tasso di complicanze e alla facilità di impianto con tecnica riproducibile, sia in sternotomia sia con un approccio meno invasivo.

In un secondo studio presentato dal Professor Malakh Shrestha, MHH, Hannover, Germania (European multicentre experience with sutureless Perceval valve: Clinical and haemodynamic outcomes up to 5 years in over 700 patients), Perceval ha riportato risultati eccellenti e stabili fino a 5 anni di follow-up. In questo gruppo di pazienti, che rappresenta l’esperienza maggiore mai riportata per valvole con tecnologia sutureless, non sono state riscontrate migrazioni della valvola, né degenerazioni strutturali o trombosi. I bassi tassi di mortalità nei primi 30 giorni (1,9%), di perdita paravalvolare severa precoce (1,4%) e di incidenza di eventi tromboembolici precoci (1,6%) hanno confermato l’affidabilità della valvola sutureless. Un ulteriore importante beneficio clinico è costituito dal tasso estremamente basso di endocarditi (0,3%). Ciò è particolarmente importante ai fini degli esiti clinici dei pazienti, in quanto l’endocardite infettiva è una condizione grave e spesso fatale, soprattutto quando si verifica su un dispositivo di sostituzione valvolare1.

“Persino in questo gruppo di pazienti anziani, il 40% con età superiore a 80 anni, il tasso di mortalità precoce e tardiva è risultato estremamente basso”, ha dichiarato il Professor Shrestha: “La tecnica sutureless è un’alternativa promettente nell’ambito della sostituzione valvolare aortica biologica”.

Il congresso EACTS 2014 ha anche offerto un’eccellente occasione per presentare il beneficio economico delle soluzioni innovative di Sorin.

Il Professor Bart Meuris, University Hospitals of Leuven, Belgio, ha presentato oggi i dati economici favorevoli alla valvola sutureless Perceval rispetto alle tradizionali valvole con stent (Carpentier-Edwards Perimount). Tali dati hanno evidenziato un minore uso di risorse, una permanenza in terapia intensiva e un ricovero ospedaliero significativamente più brevi, tempi di intubazione ridotti e risparmi nell’utilizzo di diversi prodotti ematici (globuli, plasma e piastrine).

“L’adozione della tecnologia sutureless cresce di giorno in giorno”, ha affermato il Professor Meuris. “Si tratta di un chiaro esempio di come l’innovazione possa migliorare gli esiti clinici dei pazienti e costituire un importante fattore di risparmio per l’ospedale rispetto alle valvole tradizionali”.

Il costo medio totale dei pazienti del gruppo Perceval rispetto ai pazienti del gruppo Perimount, al netto del costo delle valvole, è risultato inferiore del 27%, pari ad una riduzione media di € 8.176 a paziente. Tale risparmio è stato ottenuto soprattutto grazie alla riduzione della permanenza in ospedale e a costi operatori significativamente più bassi. Riassumendo, i pazienti Perceval hanno recuperato più rapidamente rispetto ai pazienti impiantati con Perimount, il che ha comportato maggiori risparmi complessivi per l’ospedale.

“Salvare vite con una tecnologia all’avanguardia è il cuore della nostra attività. Le nostre più recenti innovazioni sono state sviluppate tenendo presente la sicurezza ottimale dei pazienti e i risultati economici e per questo stanno contribuendo ad una riduzione complessiva della spesa sanitaria”, ha dichiarato Michel Darnaud, President Cardiac Surgery Business Unit, Sorin Group.

La valvola biologica sutureless Perceval rappresenta una delle più recenti innovazioni nel campo della tecnologia delle valvole cardiache, frutto di una lunga serie di prodotti all’avanguardia progettati e fabbricati da Sorin Group. Si tratta di una valvola aortica chirurgica dotata di un’esclusiva struttura di auto-ancoraggio che consente al chirurgo di sostituire la valvola nativa malata senza l’impiego di fili di sutura. La valvola Perceval è già stata impiantata in oltre 8.000 pazienti in più di 250 centri, in 34 paesi del mondo.

Fonte: ansa.it