I tecnici A.S.C.S di Cooplar – azienda associata ad AIISA (Associazione Italiana Igienisti Sistemi Aeraulici) – hanno partecipato al 10° Convegno ANAM (Aiisa Nadca Annual Meeting) intitolato “Qualità e Conoscenza”.

L’appuntamento annuale è l’occasione dove si discute e ci si aggiorna in materia di igiene ed ispezione degli impianti aeraulici, prevenzione legionella, nuove normative o aggiornamenti a quelle già in vigore.

La qualità dell’aria indoor (IAQ), in particolare nelle camere bianche delle aziende biomedicali, è di fondamentale importanza: la presenza di inquinanti chimici e biologici nel sistema di aerazione incide sulla salute delle persone, sull’ambiente di lavoro e sulla qualità della produzione.

Un ambiente non sottoposto ad accurata sanificazione, favorisce l’aumento del bioaereosol, ossia di quelle particelle sospese nell’aria, di origine biologica (tossine, microorganismi e batteri biologicamente attivi) che favoriscono l’insorgenza di malesseri e possono compromettere il prodotto finale.
Diventa sempre più importante effettuare periodiche ispezioni visive e tecniche con lo scopo di “fotografare” lo stato del sistema aeraulico e verificare il livello igienico delle UTA e delle canalizzazioni dell’aria.

L’ispezione tecnica è anche l’occasione per effettuare controlli gravimetrici e microbiologici per stabilire se esiste effettivamente la necessità di compiere una bonifica degli impianti HVAC: in questo modo è possibile eliminare il problema e regolamentare l’azienda secondo le norme imposte dal D. Lgs. 81/2008 – Testo Unico in materia di sicurezza sul lavoro – e dalle leggi Regionali.