Dal prossimo mese il trasloco di Democenter. Questa mattina il sindaco Muzzarelli, il rettore Andrisano e il presidente Munari in visita al complesso

Ultimati gli interventi strutturali, è partita l’ultima fase di allestimento del Tecnopolo di Modena, quella in cui saranno sistemati gli arredi e tutte le attrezzature tecnologiche che renderanno operativa la struttura realizzata all’interno del complesso di via Vignolese.

L’inaugurazione del polo di ricerca industriale, innovazione e trasferimento tecnologico, che farà parte della Rete regionale di dieci Tecnopoli promossa dalla Regione Emilia Romagna, è prevista per sabato 13 dicembre. La data è stata definita questa mattina in seguito a un incontro tra Comune di Modena, Università di Modena e Reggio Emilia e Democenter.

Il sindaco di Modena Gian Carlo Muzzarelli e il vicesindaco Gianpietro Cavazza, il rettore Angelo Oreste Andrisano, il presidente Erio Luigi Munari e il direttore Enzo Madrigali di Democenter nel corso della mattinata hanno visitato le strutture dove stanno per essere completati i lavori  al centro “destinato a diventare un moltiplicatore della nostra economia e di opportunità per il territorio”, ha affermato il sindaco.

“Gli ultimi dati economici – continua il sindaco Muzzarelli – dimostrano l’urgenza di dare un segnale all’economia: un’accelerazione sul versante del sapere, della green economy e dell’integrazione tra imprese e centri di ricerca è fondamentale in questo senso”.

Il Tecnopolo è costituito da laboratori dedicati a tre ambiti definiti dal sindaco “assi fondamentali per la crescita, e cioè:‘Meccanica e materiali’, cioè la scienza dei motori così importanti in questa terra, ‘Scienze della vita’, con evidenti e significative ripercussioni per la vita e la salute delle persone, e ‘Ict’, fondamentale per l’aggiornamento e l’innovazione delle imprese modenesi”.

“Lungo questi tre assi – osserva il presidente di Democenter Erio Luigi Munari – che costituiscono anche gli ambiti privilegiati in cui opera la nostra Fondazione proseguiremo il lavoro per trasformare il grande patrimonio di competenze e tecnologie presente all’interno del nostro ateneo in progetti capaci di attirare finanziamenti e generare innovazione sul territorio”.

Dalla fine di settembre prenderà il via infatti il trasferimento di Democenter nel Tecnopolo, mentre nel mese di ottobre sono previsti interventi alla viabilità per facilitare l’accesso alle nuove strutture.

“La realizzazione della struttura che ospita il Tecnopolo di Modena – conclude il Rettore dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia prof. Angelo O. Andrisano – rappresenta in questo momento il contributo più significativo che le istituzioni possono dare alla crescita del territorio e al sistema delle sue imprese. In questo spazio trovano sede alcune delle eccellenze che hanno distinto Unimore nel campo della ricerca industriale e tecnologica”.

Fonte: Comune di Modena