Comunicato Stampa

Il polo tecnologico del biomedicale modenese cerca di legittimare la sua posizione di eccellenza nazionale ed internazionale puntando alla formazione. Guarda a questo obiettivo la prima edizione del Master di I livello in “Materiali, prodotti, processi e sistemi per la filiera biomedicale, organizzato dal Dipartimento di Ingegneria “Enzo Ferrari” dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia e realizzato in collaborazione con docenti dell’Università di Ferrara e aziende del territorio.

Il master – spiega il Direttore prof.Tiziano Manfredini dell’Università degli studi di Modena e Reggio Emilia –si propone attraverso il coinvolgimento di docenti ed esperti del settore e gli apporti fattivi delle aziende di conferire competenze teoriche e pratiche nell’ambito della progettazione di nuovi biomateriali, della loro caratterizzazione e della loro validazione. Parimenti è nostro scopo fornire ai partecipanti stimoli e preparazione per intervenire nello sviluppo di nuovi processi produttivi, della definizione delle modalità e condizioni di lavorazione dei biomateriali, dell’ottimizzazione nella gestione della filiera produttiva e della messa in opera di sensoristica avanzata nel settore biomedicale”.

Il percorso formativo, di durata annuale che si esaurirà a dicembre 2014 con la discussione di un elaborato finale e a cui saranno ammessi un massimo di 20 partecipanti, prevede un impegno didattico di 1.500 ore, di cui 288 dedicate a lezioni frontali in aula, 192 ad altre forme di addestramento, 520 riservate allo studio individuale, 400 per lo stage e 100 utilizzate per la tesi finale.

L’iniziativa si propone, dunque, di formare una figura multidisciplinare di laureato tecnico esperto nella progettazione e gestione del prodotto e del processo produttivo nelle aziende del settore biomedicale. L’attività formativa, pertanto, pur riguardando prevalentemente il settore dei materiali, della loro produzione e funzionalizzazione, dei loro trattamenti e del percorso di validazione, prenderà in esame anche la progettazione integrata di dispositivi classici ed innovativi, con particolare riferimento alla compatibilità fluido-materiale, alla simulazione numerica CFD di fluidi organici e alla loro interazione con la struttura polimerica, la sensoristica avanzata, la scelta del materiale in base alle esigenze biostrutturali e al contenimento del deterioramento e, infine, la scelta e ottimizzazione del processo tecnologico di realizzazione.

Il costo di iscrizione è di 4.500,00 euro da versarsi in due rate. Saranno ammessi come uditori anche persone prive di requisiti di ammissione, cui sarà richiesto il versamento di una quota di iscrizione di 2.500,00 euro. L’interesse della Regione Emilia Romagna per questa iniziativa formativa complementare ai progetti avviati per la realizzazione del Parco Tecnologico Biomedicale a Mirandola è confermato dalla messa a disposizione di assegni formativi a copertura totale (rimborso) del costo di iscrizione. Per informazioni sulle modalità di richiesta del voucher consultare il sito della Regione alla paginahttp://formazionelavoro.regione.emilia-romagna.it/formazione-e-lavoro-dopo-il-terremoto/formazione/master-universitari.

Possono partecipare al master i possessori di laurea, conseguita ai sensi del D.M. 270/04 o del D.M. 509/99, appartenenti a una delle seguenti classi: Biotecnologie (classe L-2, classe 01), Ingegneria dell’informazione (classe L-8, classe 09), Ingegneria industriale (classe L-9, classe 10), Scienze biologiche (classe L-13, classe 12), Scienze e tecnologie chimiche (classe L-27, classe 21), Scienze e tecnologie farmaceutiche (classe L-29, classe 24), Scienze e tecnologie fisiche (classe L-30, classe 25), Scienze e tecnologie informatiche (classe L-31, classe 26), Disegno industriale (classe L-4, classe 42). Possono accedere, inoltre, i possessori di laurea conseguita secondo gli ordinamenti antecedenti al D.M. 509/99 e D.M. 270/04 in: Biotecnologie agro-industriali, Biotecnologie indirizzo Biotecnologie farmaceutiche, Biotecnologie indirizzo Biotecnologie industriali, Biotecnologie indirizzo Biotecnologie mediche, Chimica, Chimica e tecnologia farmaceutiche, Chimica industriale, Disegno industriale, Farmacia, Fisica, Informatica, Ingegneria biomedica, Ingegneria chimica, Ingegneria dei materiali, Ingegneria delle telecomunicazioni, Ingegneria elettrica, Ingegneria elettronica, Ingegneria gestionale, Ingegneria industriale, Ingegneria informatica, Ingegneria meccanica, Ingegneria medica, Ingegneria nucleare, Scienze dei materiali, Scienze biologiche.

 

La selezione dei candidati ammessi avverrà sulla base di titoli ed esami ed il superamento di una prova fissata per il 18 marzo 2014.

 

Le domande di ammissione, corredate del versamento di un contributo di 41,00 euro non rimborsabile per prestazioni amministrative e imposta di bollo,vanno inoltrate entro le ore 12.00 di giovedì 13 marzo 2014esclusivamente via internetcollegandosi alla paginahttp://www.unimore.it/Home.do, cui si accede dal sito www.unimore.it e proseguendo il percorso per “servizi” – “servizi informatici” – lo “sportelloESSE3”, al quale ci si deve registrare se non si è già registrati.

 

Per informazioni di carattere didattico rivolgersi al prof. tiziano Manfredini o alla dott. ssa Antonella Sola 059 2056233 - e-mail:antonella.sola@unimore.it; per quelle di carattere organizzativo rivolgersi a dott. ssa Silvia Barbi 059 2058153 – e-mail:s.barbi@democentersipe.it.

 

http://m.modenatoday.it/guida/scuola/universita/master-biomedicale-unimore-2014.html