Un prodotto innovativo (prototipazione B) nato dalla volontà di facilitare il prelievo ematico in qualunque paziente, fondatori del progetto sono  Dr. Raed Selmi  e Dr.ssa Amal Selmi in collaborazione con l’Università di Pavia.

Infermieri e medici lo sanno bene, non sempre è semplice ottenere un accesso venoso immediato, specialmente quando i pazienti sono bambini!

“E’ difficile reperire le vene nei bambini, troppo piccole e profonde, la situazione diventa più grave in una situazione di emergenza perchè il calibro delle vene diventa più piccolo del normale” – ci spiega il Dr. Raed Selmi – in media a 6 bambini su 10 vengono fatti due tentativi prima di riuscire ad avere un accesso venoso!”

Per semplificare questa procedura è nato  VeinShow, un dispositivo medico per rilevare la rete venosa tramite un tubo illuminato a led rosso e un laccio emostatico che si adatta al braccio del paziente, tramite questo unico strumento che evidenzia il reticolo venoso si può nel medesimo momento:

- auto-bloccare il braccio del paziente tramite grandi finestre libere per rilevare le vene

- usare un laccio emostatico controllato (per il riempimento venoso)

- misurare la saturazione dell’ossigeno, la frequenza cardiaca, la pressione arteriosa e la temperatura dei pazienti durante il prelievo

- distrarre il bambino durante il prelievo di sangue (campionamento indolore) perchè VeinShow ha l’aspetto di un giocattolo che parla!

“la sala prelievi diventerà un luogo non solo di prevenzione, cura e controllo del paziente – precisa il Dr. Selmi – ma un ludico in cui il bambino potrà giocare e divertirsi senza pensare al prelievo venoso”

Potete trovare una presentazione completa del protoripo (prototipazzione B) direttamente qui https://youtu.be/s92RrAcqp-k